Il teatro dovrebbe essere solo un incontro tra esseri umani... tutto il resto serve solo a confondere.
Ingmar Bergman
progetto URT
in primo piano

ottobre 2016

nasce a Moncalieri la

titolodiretta da

JURIJ FERRINI

sono aperte le iscrizioni

per info e contatti clicca

T186_1432©Marco_Caselli_Nirmal


read more

guardate al 2017 …

Dalla fine di gennaio 2017 riprenderemo in tournée sia il nuovo allestimento dello scorso autunno, Misura per misura di William Shakespeare, che l’intramontabile capolavoro di Edmond Rostand, Cyrano de Bergerac; due allestimenti molto impegnativi con 10 interpreti in scena, entrambi realizzati in collaborazione con la Fondazione del Teatro stabile di Torino – Teatro Nazionale. Due titoli che hanno da subito incantato il pubblico torinese raccogliendo oltre 5.000 spettatori in 4 settimane di programmazione, battendo ogni record d’incassi nella storia del piccolo Teatro Gobetti, gioiello teatrale del capoluogo piemontese.

 

La tournée di questi due titoli si snoderà in diverse regioni italiane, dalla Basilicata al Friuli Venezia Giulia, per poi chiudere la stagione al Teatro Carcano di Milano, dal 26 aprile al 7 maggio prossimi. Quest’anno non solo la città di Milano darà prestigio al nostro tour, ma anche la capitale: al Teatro Vittoria di Roma – infatti – approderà dal 4 al 9 aprile la nostra storica Mandragola di Niccolo’ Machiavelli.


read more
… ed abbiate coraggio.

Dalla fine di novembre 2016 ai primi di gennaio di quest’anno abbiamo raccolto complessivamente 11.500 spettatori con i nostri spettacoli: Misura per misura al Teatro Gobetti prima e I manezzi pe’ majà ‘na figgia al Teatro della Corte di Genova e al Teatro Alfieri di Asti, poi.

 

Sono numeri importanti, impressionanti sotto alcuni aspetti. E il dato ancora più notevole è la bigliettazione serale occasionale, non già quella degli abbonati che si può in qualche modo prevedere.

 

Ho riflettuto molto su questi dati oggettivi che decretano un successo evidente e che provengono in un caso da un sobrio allestimento di una celebre commedia nera (o problematica) di Shakespeare, umoristica, sanguigna e così attuale da risultare perfino tagliente per un pubblico contemporaneo abituato dalla cronaca a concussioni, corruzioni ed abusi di potere di ogni sorta; dall’altra parte da una coraggiosa scommessa su una commedia che appartiene al repertorio del teatro dialettale ligure e che fu resa celebre da un grande attore negli anni ’50: Gilberto Govi.

 

Cosa spinge una moltitudine di persone così significativa… “a mettersi le scarpe e ad uscire di casa per andare a teatro” ….per dirla con le parole del mio amico e maestro, Gabriele Vacis?


read more