Il teatro dovrebbe essere solo un incontro tra esseri umani... tutto il resto serve solo a confondere.
Ingmar Bergman
progetto URT
in primo piano

ottobre 2017

titolodiretta da

JURIJ FERRINI

il secondo anno prosegue

con una classe piena di grinta,

energia e molto talento

per iscriversi al prossimo anno

leggete tutto e contattateci



read more

i prossimi appuntamenti

A febbraio del 2018 debutterà la mia personale riscrittura di un grande classico, il Pluto di Aristofane; il titolo un po’ provocatorio è dioPluto. Il tema centrale di questa divertente commedia è l’equa distribuzione della ricchezza che i protagonisti cercano di ottenere ridando la vista a Pluto, il dio cieco della ricchezza, appunto; ostacolati dalla povertà in persona che cerca di far capire loro l’importanza della sua stessa esistenza nel mondo, attraverso una divertentissima ma sagace disputa filosofica, i protagonisti riusciranno comunque nel loro intento; il risultato sarà però quello di capovolgere semplicemente le ingiustizie del mondo e le conseguenti sofferenze.

 

Ovviamente il titolo non è una bestemmia; la bestemmia è semmai l’idolatria del danaro, che sembra ormai aver travalicato i confini di ogni seppur minimo margine etico. Ammesso che si possa ancora parlare di etica al giorno d’oggi.


read more
in questi vent’anni…

Pare proprio di vivere in mezzo ad una an-estesia generale degli esseri umani, qui, in questa parte del mondo dove il sole è calante. Ma non bisogna perdersi d’animo. Uno dei peggiori disvalori che siamo riusciti a portare in auge, è la menzogna come realtà accettabile per raggiungere uno scopo; in altri termini mentire, ormai, non ferisce la dignità di un individuo, non ne scalfisce l’onore e la rispettabilità, agli occhi del mondo occidentale. Il paradosso è che proprio il teatro dovrebbe essere il luogo della finzione, ma a ben vedere in teatro la finzione è dichiarata a priori e ognuno di noi sul palcoscenico cerca una assoluta verità nell’aderire ad un personaggio o nel credere ad una vicenda o situazione. Il gioco tuttavia è condiviso con il pubblico e lo scopo è offrire emozioni.

 


read more